Gruppo di ricerca / partner
Un team internazionale e multidisciplinare

Storia degli scavi e dei restauri, archeologia della costruzione, i database, sistema informativo geografico, geofisica, ingegneria strutturale, immagini scientifiche e modellazione 3D: 30 specialisti si sono riuniti per combinare i loro approcci nello studio della villa sul campo e nella pubblicazione della monografia.



  I membri del progetto

  • Clothilde Boust (C2RMF, Centre de recherche et de restauration des musées de France): imaging scientifico.
  • Mathilde Carrive (École francaise de Rome ; Université de Poitiers, HERMA): archaeologia degli intonaci dipinti.
  • Julien Cavero (Labex Transfers ; CNRS, LGP, Laboratoire de géologie physique) GIS e studio dell’urbanistica.
  • Guilhem Chapelin (CNRS, EFR, CJB- USR 3133): rilievo architettonico.
  • Arnaud Coutelas (Arkemine – AOROC, UMR 8546, CNRS- PSL Research University): analisi delle malte e degli intonaci.
  • Thomas Crognier: fotografie e web site.
  • Magali Culllin-Mingaud (CNRS, AOROC, UMR 7546, CJB – USR 3133): coordinamento editoriale.
  • Rita Deiana (DBC, Dipartimento di Beni Culturali: archeologia, storia dell’arte, del cinema e della musica, Università degli Studi di Padova): prospezioni geofisiche.
  • Hélène Dessales (École normale supérieure, AOROC, UMR 8546, PSL Research University): direzione del progetto, archeologia del costruito e studio delle murature.
  • Marco Di Ludovico (DIST, Dipartimento di Strutture per l’Ingegneria e l’Architettura, Università degli Studi di Napoli Federico II): ingenieria delle strutture.
  • Giuseppina De Martino (DIST, Dipartimento di Strutture per l’Ingegneria e l’Architettura, Università degli Studi di Napoli Federico II) (doctorante): ingenieria delle strutture.
  • Julien Dubouloz (Université d’Aix-Marseille, Centre Camille Jullian, UMR 7299): studio dell’urbanistica e evoluzione delle proprietà.
  • Ambre d’Harcourt (École normale supérieure / Sénat): studio dei graffiti moderni.
  • Éloïse Letellier-Taillefer (École francaise de Rome ; Université Paris-Sorbonne ): archaeologia del costruito e studio delle aperture.
  • Filippo Lorenzoni (DICEA - Dipartimento di Ingegneria civile, edile e ambientale, Università degli Studi di Padova): ingenieria delle strutture.
  • Anne Maigret (C2RMF, Centre de recherche et de restauration des musées de France): imaging scientifico.
  • Gaetano Manfredi (DIST, Dipartimento di Strutture per l’Ingegneria e l’Architettura, Università degli Studi di Napoli Federico II): ingenieria delle strutture.
  • Frédérique Marchand-Beaulieu (CNRS, AOROC, UMR 8546, PSL Research University) archeologia dei pavimenti.
  • Annamaria Mauro (Parco Archeologico di Pompei): progetto di restauro.
  • Andrea Milanese (Museo Archeologico Nazionale di Napoli): studio dei giornali di scavo.
  • Claudio Modena (DICEA - Dipartimento di Ingegneria civile, edile e ambientale, Università degli Studi di Padova): ingenieria delle strutture.
  • Florence Monier (CNRS, AOROC, UMR 8546, PSL Research University): archeologia degli intonaci dipinti e studio dei giornali di scavo.
  • Alban-Brice Pimpaud (archeo3d.net): modellazione 3D.
  • Jean Ponce (École normale supérieure, Inria, UMR 8548, PSL Research University): computer vision.
  • Andrea Prota (DIST, Dipartimento di Strutture per l’Ingegneria e l’Architettura, Università degli Studi di Napoli Federico II): ingenieria delle strutture.
  • Enzo Rizzo (CNR-IMAA): prospezioni geofisiche.
  • Amedeo Rossi (Università degli Studi di Salerno): prospezioni geofisiche.
  • Alfonso Santoriello (Università degli Studi di Salerno): prospezioni geofisiche.
  • Agnès Tricoche (CNRS, AOROC, UMR 8546, PSL Research University): gestione dei databases.
  • Maria Rosa Valluzzi (DBC, Dipartimento dei Beni Culturali, Università degli Studi di Padova): ingenieria delle strutture.

  Partner

Questo progetto è stato sviluppato nel quadro di differenti programmi:

  • PEPS (Projet exploratoire premier soutien), CNRS-PSL Villa de Diomède/ Des architectes du Grand Tour aux archéomètres d’aujourd’hui (2012);
  • Programma strutturato dell’Université PSL, Pompéi 3D (2014-2015);
  • Programma collaborativo RECAP (Reconstruire après un séisme. Expériences et innovations à Pompéi), dinanziato dall’Agence Nationale de la Recherche (ANR-14-CE31-0005, 2015-2019);
  • Progetto ACoR , sostenuto dal Labex TransferS (programme Investissements d’avenir ANR-10-IDEX-0001-02 PSL* e ANR-10-LABX-0099, 2013-2019)
  • Azione strategica Multidisciplinary methodological approaches to the knowledge, conservation and valorization of cultural heritage: Application to archaeological sites (project: STPD11B3LB_002), dell’Università degli studio di Padova.

Il progetto ha inoltre beneficiato del sostegno delle seguenti istituzioni:

  • Institut Universitaire de France (IUF) (chaire junior Hélène Dessales, 2013-2016);
  • CNRS, programma di mobilità internazionale (2014, 2015);
  • Ministère de l’Europe et des Affaires étrangères et de l’Europe, mission “Italie du Sud” (2013-2015).

Contatti


Invia un messaggio